Matrioske Genitori-Figli

Progetto MATRIOSKE

Percorso di comunicazione, teatro ed espressività per bambini e genitori

Le Matrioske sono le bamboline russe che si  inseriscono una dentro l’altra. Se non avessero questa caratteristica sarebbero bambole normali, la loro identità si definisce nel loro essere collegate, una dentro l’altra. Quella più piccola sa che esiste una bambola più grande che la può contenere, proteggere, quella piccola vede che ci sono bambole simili a sè nella forma ma più grandi. Quelle grandi senza “il piccolo” al proprio interno non sono complete, sono bambole vuote. Il piccolo e il grande, il bambino e l’adulto, Il bambino che vive dentro l’adulto e l’adulto come immagine del bambino che crescerà. Un progetto su questo scambio d’identità, connessioni  e interconnessioni, crescere e proteggere il bambino che è fuori di noi e contemporaneamente nutrire e non dimenticare il bambino che è dentro di noi. Un progetto per dare la possibilità al bambino di esplorare il mondo dentro e fuori di sé assieme ad un adulto che sia compagno di viaggio e non solo guida.

Matrioske è un progetto di incontro, comunicazione e azione tra genitori e figli che frequentano le scuole d’infanzia. Attraverso dinamiche ludiche che fanno riferimento alla disciplina teatrale si vuole creare un nuovo spazio di incontro tra bambino e genitore, dove si possa dialogare e comunicare usando non solo la voce, ma anche e soprattutto il corpo e la gestualità. Il corpo “nuovo” del bambino e quello più “esperto” dell’adulto sono il canale/scenario di emozioni e storie, di trasformazioni, e luogo di scoperta.

Un laboratorio teatrale non finalizzato alla creazione di uno spettacolo o di un’azione scenica, ma un luogo protetto dove incontrare se stessi e l’altro, per promuovere la consapevolezza di sé, la creatività, la cooperazione.

Durante 10 incontri aperti a 12 coppie (adulto bambino) vengono proposti una serie di giochi-esercizi che hanno come tema-obiettivo: La presenza, l’ascolto, la scoperta, la curiosità, la comunicazione, la fiducia e la cooperazione. Un viaggio fatto di compiti da svolgere assieme dove l’obiettivo principale per il bambino è la possibilità di implementare le proprie capacità relazionali e comunicative, per l’adulto di implementare l’empatia e l’ascolto.

Commenti chiusi